AMBIENTE E TASSO DI MORTALITA’ ALLE STELLE TRA TARANTO E MODUGNO

Parlano da mesi di leggi ambientali. Hanno costruito campagne elettorali su progetti che hanno lo scopo di   tutelare la salute dei cittadini. Il governatore uscente Vendola ha imposto un disegno di legge ha  ridotto i limiti complessivi delle emissioni di diossine e furani dagli attuali 10 nanogrammi dell’ ILVA di TARANTO, a 2,5 nell’aprile 2009, e 0,4 nell’anno successivo. Peccato però che nei cinque anni passati la gente  dei Tamburi, respirava comunque i fumi velenosi dell’ ECOMOSTRO, senza che Nichi abbia fatto nulla. Per non parlare di Rocco Palese, che al di là dei suoi CIOE’, poco ha proclamato sulla SALVAGUARDIA dell’ambiente, perchè non è lui a decidere sull’apertura o meno delle centrali nucleari in PUGLIA. Lui fà quel che gli dice il fratello maggiore ( RAFFAELE FITTO ), che a sua volta fa tutto ciò che gli dice il PAPI ( SILVIO BERLUSCONI ).  Si perchè nel PDL, non contano ne i fatti e ne le persone !!! Come cavolo ha fatto  GIANFRANCO FINI ad essere sottomesso in questo modo, insieme a tutto il popolo di Alleanza Nazionale. Ma torniamo a noi, torniamo in Puglia. Alla qualità della nostra aria. Quell’aria maledetta che ammala la gente e la fa morire. E il problema non è solo a TARANTO. la città di MODUGNO ( Bari), ha il più alto tasso di mortalità da malattie polmonari.

Ed a poco serve la Deliberazione della giunta regionale del 10 febbraio 2010, sull’istituzione del Centro Regionale Aria (CRA) di Arpa Puglia.

Date qui un occhiata alla Delibera n. 344 del BURP

E’ la stessa Arpa Puglia che  ha pubblicato un documento ufficiale sull’inquinamento industriale, il Rapporto sulle emissioni in atmosfera dei complessi IPPC”, che dimostra come la Puglia sia stata nel 2006 la regione con le maggiori emissioni nazionali di anidride carbonica, benzene, idrocarburi policiclici aromatici NOx, SOx, CO, particolato e diossine.

In base a dati resi dell’Osservatorio Epidemiologico Regionale i tassi di ospedalizzazione per tumori maligni dei residenti a Modugno e nella Provincia di Bari sono di gran lunga maggiori di quelli della media regionale.

E nel 2006….. il fautore di BOLLENTI SPIRITI… era già GOVERNATORE della PUGLIA.

Ma a nulla serve piangere sul passato. A noi Pugliesi interessa il futuro…… ed a poco interessano i fumi politici della “FABBRICA di NICHI”, sono i fumi delle Fabbriche Termo- Nucleari che più ci spaventano.

Basterebbero  2 ore di esposizione all’inquinamento atmosferico, per subire un drastico aumento della pressione sanguigna. Lo rivela uno studio apparso sulla rivista specializzata Hypertension. Chissà se queste cose, VENDOLA, PALESE e la POLI BORTONE le sapevano !!!

D’altronde poi…………. la lotta all’ambiente ha i giorni contati…. Promessi nuovi Decreti Legge sulla tutela della Salute in Puglia…. ma dopo il 28 e 29 MARZO.… saranno tutti dimenticati e magari tra cinque anni…. ne riparleremo un’altra volta.

Intanto………. RESPIRIAMO……


Contattami

Normativa GDPR* -

Iscriviti alla nostra Newsletter.

Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

Normativa GDPR* -

  

Privacy Preference Center