LE DONNE INESISTENTI NELLA GIUNTA PUGLIESE

Su 367 assessori presenti in regione, le donne sono solo 52 cioè il 14%. Questi sono i dati della commissione regionale pugliese.  I comuni più virtuosi dal punto di vista della «quote rosa» sono quelli in provincia di Lecce in cui le donne in giunta sono 26. Fanalino di coda di questa classifica invece i comuni in provincia di Taranto col record negativo di una sola donna che, con la nomina ad assessore provinciale di Katia Marinò, fa due in tutto. La medaglia d’oro per la parità tra i sessi va invece al Comune di Sammichele (Ba) che, con tre donne e tre uomini in giunta, pareggia il contro tra i due sessi. Le province di Bari, Brindisi, Foggia e Taranto, registrano ognuno una sola presenza femminile. L’unica donna presente nella giunta di Taranto è stata nominata solo dopo che il Tar di Puglia, in seguito a una denuncia del comitato «Taranto futura», aveva azzerato la squadra del presidente di centrosinistra Gianni Florido perché non aveva nominato neanche un assessore di sesso femminile. Secondo le ultime stime, si calcola che le multe comminate alle giunte che non rispettano i parametri relativi alla nomina delle donne in Puglia, ammonterebbero a circa 100.000 euro, di cui nessuna di queste sarebbe mai stata pagata. La Commissione, ha già inviato una lettera di «invito» a tutti i comuni inadempienti, per convincerli a mettersi sulla «retta via». Alora è forse vero che la politica pugliese è solo per uomini veri………. Veri…. mi sembra un pò esagerato, non credete ?

Dicono di noi



Contattami

    Normativa GDPR* -

    Iscriviti alla nostra Newsletter.

    Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

      Normativa GDPR* -

        

      Privacy Preference Center