UN INCONTRO A MASSAFRA SUL TEMA DELLA LEGALITA’ PER LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO MAFIA PULITA

Primo incontro sul tema della legalità all’Appia Palace Hotel di Massafra con la presentazione del libro “Mafia Pulita” degli autori, Elio Veltri e Antonio Laudati, organizzato dalla provincia di Taranto, alla presenza del vice presidente della provincia Emanuele Fisicaro e dell’onorevole Pier Felice Zazzera. La cosa più tragica di quest’ epoca non è la malvagità dei cattivi, ma il silenzio dei giusti. (Martin Luther King) E’ con questa citazione che si chiude il discorso di Antonio Laudati, magistrato  e   direttore generale della giustizia penale presso il ministero della Giustizia, autore del libro “Mafia Pulita”, che lo stesso Veltri definisce un racconto dettagliato, pieno di fatti e di cifre da capogiro, che spiega il modus operandi della mafia invisibile in grado di infiltrarsi ovunque, anche nel sistema bancario, e di reinvestire in economia legale l’enorme quantità di ricchezza originata da traffici illegali. Laudati parla di mafia, parla della mafia del sud, quella delle Puglie. << Si.. perché la puglia è formata da tante terre – spiega il procuratore della repubblica del tribunale di Bari, che continua. – Ho imparato a conoscere la vostra terra,  la filosofia e la  crescente pericolosità delle consorterie criminali che varia da provincia a provincia >> . Un incontro sulla legalità,  dove il dibattito scaturiva dal fatto che nel terzo millennio si guadagna soprattutto attraverso le operazioni illegali. Un problema serio legato indissolubilmente al più grosso spauracchio radicalizzato della società italiana : la corruzione. 40 magistrati, 200 funzionari pubblici, 5 ministri della repubblica, 12 parlamentari. Questi sono soltanto alcuni numeri degli ultimi 5 anni, di personaggi indagati per corruzione e  per associazione a delinquere di stampo mafioso. La mafia è il cancro della democrazia, è il veleno della meritocrazia. 610 comuni su 1608 sono legati alla mafia. Il 22% della popolazione italiana e il 77% dell’intera popolazione del sud ha dichiarato di avere contatti con la mafia. Cifre da capogiro, quella svelate del vice presidente della provincia di Taranto e consulente della commissione Bicamerale Antimafia, Emanuele Fisicaro. << E’ inutile nascondere che nella nostra società, vi è una  mancanza della cultura della legalità- afferma il vice presidente Fisicaro– la mafia non è più berretto e lupara, la mafia è sanità, appalti, edilizia. Su 29600 reati all’anno relativi ad associazioni mafiose, più della metà sono denunciati in Puglia, Campania, Basilicata e Sicilia >>. Oggi  le mafie italiane rappresentano delle vere e proprie holding, con un fatturato complessivo di circa 130 miliardi di euro e un utile che si aggira intorno ai 70 miliardi. << Oggi la Mafia Spa è la più grande multinazionale italiana >>, affermano Veltri e Laudati. La confisca e la vendita del suo patrimonio consentirebbero di coprire il debito pubblico. << Eppure nessuno sembra porsi il problema >>, aggiungono. Il Pil della criminalità organizzata in tutto il mondo ha toccato i mille miliardi di dollari.  Le organizzazioni criminali condizionano estesi comparti economici, da quello immobiliare alla sanità, dai servizi alle risorse idriche. Eppure, nonostante tutto si è talmente abituati a vivere nell’illegalità, che queste vicende non sembrano sconcertare più nessuno……….!?!?!!

Dicono di noi



Contattami

    Normativa GDPR* -

    Iscriviti alla nostra Newsletter.

    Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

      Normativa GDPR* -

        

      Privacy Preference Center