LA NUOVA SRL SEMPLIFICATA

Il Governo Monti agevola i giovani che potranno fare impresa sottoscrivendo un capitale iniziale di solo 1 euro. E’ inutile negarlo ! Viviamo in un momento storico pieno di contraddizioni : basta semplicemente scrutare gli occhi per vedere il costo di 1 litro di benzina, sempre più vicino al traguardo dei 2 euro, nel momento esatto in cui giunge dal Governo la notizia che i giovani sotto i 35 anni, potranno costituire una Srl semplificata al solo costo di 1 caffè. Si…  è proprio vero … sono tempi duri per l’Italia della recessione economica, della crisi di liquidità e del lavoro. E come se non bastasse, ad accendere ancora di più gli animi affranti di questo Paese ci ha pensato il nuovo premier Mario Monti ed il suo Governo tecnico che  con il decreto liberalizzazioni ha messo in  atto la fase due nel Paese della “pizza e mandolino”, quella incentrata sulla crescita (da qui “decreto Cresci-Italia”), che si pone come obiettivo quello di aumentare la concorrenza in Italia.  Non solo taxi, farmacie, libere professioni (notai e avvocati) e compagnie di assicurazione. Il decreto approvato dal Governo, che tanto fa parlare di se nelle ultime settimane, con movimenti (come  ad es. i Forconi) che paralizzano il sistema logistico del Paese, (in mezza Italia, non c’è più gasolio)  riguarda anche il sistema  Pmi, con nuove  norme che serviranno a semplificare la burocrazia e facilitare la nascita e l’avvio di nuove imprese a costo zero.
Il “decreto Cresci Italia” ha, infatti, dato vita  ad una nuova  forma societaria, o meglio di S.r.l.: la Società a Responsabilità Limitata Semplificata. Un importantissima opportunità per tutti i giovani sotto i 35 anni di età che potranno finalmente intraprendere la strada d’impresa senza dover far fronte agli elevati costi di Start Up. Un’azione concreta, dunque, non solo per agevolare l’imprenditoria giovanile ma anche l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Secondo le norme che regolamentano questo nuovo tipo di società a responsabilità limitata, i soci che oltrepassano la soglia dei 35 anni vengono esclusi di diritto, lasciando il posto a rotazione a nuovi giovani soci, pena l’obbligo di scioglimento della società o la sua trasformazione della stessa in altra società di capitali (non è consentita il passaggio alla società di persone) secondo le norme del codice civile.
Ma la vera novità per i giovani imprenditori che aprono una nuova S.r.l. semplificata è il regime agevolato che prevede un vincolo di un ammontare minimo di capitale sociale fissato ad un euro (contro i 10 mila necessari per la costituzione di una S.r.l. ordinaria). Si potranno inoltre abbattere i costi relativi alla redazione di un atto pubblico. Infatti, per aprire una Srl semplificata basterà semplicemente fare una comunicazione unica dell’atto costitutivo al registro delle imprese (senza quindi la presenza di un notaio), esente da diritti di bollo e di segreteria. Questo nuovo strumento giuridico, rappresenterà un’interessante occasione per Commercialisti ed Avvocati che potranno finalmente sostituirsi al notaio nella costituzione delle piccole srl. Dal punto di vista prettamente economico, le Srl semplificate,  sono naturalmente soggette all’Ires e favoriscono la integrale deducibilità delle spese di formazione professionale, un gravoso problema finanziario che il più delle volte ha visto incidere proprio sui giovani imprenditori. Insomma, io il caffè ve lo offro, e voi siete disposti a fare impresa ?

Leggi l’ultimo articolo sul debutto ufficiale della nuova SRL semplificata del 29 agosto 2012


Contattami

Normativa GDPR* -

Iscriviti alla nostra Newsletter.

Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

Normativa GDPR* -

  

Privacy Preference Center