Avviso Microcredito/MicroPrestito d’impresa della Regione Puglia

microprestito

Pubblicato il V avviso sul Microcredito/MicroPrestito d’Impresa,  lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle microimprese pugliesi già operative e non bancabili un finanziamento per realizzare nuovi investimenti. L’avviso è stato pubblicato il 26 maggio 2016 e va a  sostituisce integralmente il precedente avviso che deve pertanto indendersi chiuso.

Queste le novità introdotte dal nuovo avviso :

  • 12 mesi i termini previsti per l’ultimazione del programma di investimento;
  • ampliamento delle spese ammissibili;
  • esclusione  attività di intermediazione (codice attività  46.1 );
  • semplificazione per la liquidazione finale;
  • possibilità di revoca nel caso in cui l’impresa cessi l’attività prima di tre anni dalla data dell’ultimo titolo di spesa ammissibili.

Il plafond a disposizione ammonta a 59mln di euro.

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari devono essere costituiti nelle seguenti forme giuridiche:

  • ditta individuale;
  • società in nome collettivo;
  • società in accomandita semplice;
  • società cooperative;
  • società a responsabilità limitata;
  • attività professionali (in forma singola o associata). Le associazioni professionali devono disporre di una propria Partita IVA.

Non possono presentare domanda di finanziamento imprese o associazioni professionali che abbiano istruttorie in corso ovvero che abbiano già ottenuto la concessione di finanziamenti dal Fondo Microcredito d’Impresa della Puglia.

Non sono ammesse ai benefici le imprese operanti nelle attività escluse dal “Regolamento de minimis”.

Sono inoltre escluse dall’accesso ai finanziamenti del Fondo Microcredito d’Impresa le imprese che operino o che prevedano di operare nei seguenti settori:

  • fornitura e produzione di energia, acqua e gestione di reti fognarie
  • attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco
  • attività di organizzazioni associative

 

ll Fondo non finanzia i settori seguenti:

  • pesca, agricoltura e zootecnia
  • energia, acqua e fogne
  • lotterie, scommesse, case da gioco
  • organizzazioni associative

COME FUNZIONA IL FINANZIAMENTO?
Importo: da € 5.000 a € 25.000
Durata massima: 60 mesi (più preammortamento di 6 mesi)
Tasso di interesse: fisso, 70% del tasso di riferimento UE (da gennaio 2015 il tasso è stato 0,24%)
Rimborso: in rate mensili costanti posticipate. È possibile, in qualsiasi momento, estinguere il finanziamento
Modalità di rimborso: RID con addebito sul conto corrente.

Alle imprese che avranno rispettato tutte le scadenze del finanziamento sarà riconosciuta una premialità di importo pari a tutti gli interessi pagati.

SONO RICHIESTE GARANZIE?
Fatta eccezione per le soc. coop., per le s.r.l. e per le associazioni professionali, non sono richieste garanzie patrimoniali e finanziarie.
L’impresa dovrà essere presentata da un garante morale o da una Associazione imprenditoriale o sindacale.
La garanzia morale o la presentazione tecnica – che non potrà essere rilasciata dietro compenso – non costituisce responsabilità patrimoniale del garante.
Potranno rilasciare garanzie morali persone che operano con un ruolo di riferimento in organizzazioni, associazioni, comunità o gruppi sociali purché radicati sul territorio.

QUALI SPESE SI POSSONO FINANZIARE?
Spese di investimento (almeno il 30% del totale):

  • opere murarie e assimilate
  • macchinari, impianti, attrezzature, automezzi di tipo commerciale
  • programmi informatici, brevetti e licenze

Altre spese:

  • materie prime, semilavorati, materiali di consumo
  • locazione di immobili, affitto apparecchiature di produzione
  • utenze
  • polizze assicurative

——————————————————————————————————————————————————

Per maggiori informazioni compila il form in basso

[contact-form-7 404 "Non trovato"]