Puglia: 15 milioni di euro per  Avviso PIA Turismo

shutterstock_4248730

Puglia: Avviso PIA Turismo 2015. La Puglia punta tutto sul turismo: le bellezze naturali e artistiche della nostra terra sono ormai apprezzate e stimate nel mondo. Forte di questa consapevolezza, Regione Puglia, con l’Avviso PIA Turismo si rivolge a  grandi e medie imprese, singole o associate, e a piccole imprese che intendano investire per migliorare l’offerta turistica territoriale, favorendo la destagionalizzazione.

Dotazione finanziaria. Le risorse complessive disponibili destinate all’agevolazione dei progetti presentati ammontano a 15 milioni di euro a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione e assegnati all’Accordo di Programma Quadro “Sviluppo Locale”. Dette risorse, limitatamente alle PMI, possono essere implementate con ulteriori finanziamenti rivenienti dall’Asse III “Competitività delle Piccole e Medie Imprese”.

Soggetti beneficiari. Possono presentare domanda per le agevolazioni:

  • imprese di grandi dimensioniin regime di contabilità ordinaria, che alla data di presentazione della domanda abbia approvato almeno due bilanci;
  • imprese di medie dimensioniin regime di contabilità ordinaria, che alla data di presentazione della domanda abbia approvato almeno due bilanci;
  • imprese di piccole dimensioniin regime di contabilità ordinaria, che alla data di invio dell’istanza di accesso abbiano approvato almeno tre bilanci di esercizio, dai quali emerga un fatturato medio non inferiore a 1 milione di euro.

Iniziative ammissibili: fondamentale investire in nuove strutture. I programmi di investimento finanziabili sono quelli destinati alla realizzazione di:

  • nuove attività turistico-alberghiere, attraverso il recupero fisico e/o funzionale di strutture non ultimate, legittimamente iniziate, destinate ad attività turistico-alberghiere;
  • ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione di strutture turistico-alberghiere esistenti al fine dell’innalzamento degli standard di qualità e/o della classificazione;
  • realizzazione di strutture turistico–alberghiere aventi capacità ricettiva non inferiore a 7 camere, attraverso il consolidamento ed il restauro e risanamento conservativo di immobili che presentano interesse artistico e storico per i quali, alla data di presentazione dell’istanza di accesso, sia intervenuta la dichiarazione dell’interesse culturale;
  • consolidamento, restauro e risanamento conservativo di edifici rurali, masserie, trulli, torri, fortificazioni al fine della trasformazione dell’immobile in strutture alberghiere aventi capacità ricettiva non inferiore a 7 camere;
  • strutture, impianti o interventi attraverso i quali viene migliorata l’offerta turistica territoriale con l’obiettivo di favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici.

Le spese ammissibili in attivi materiali devono essere riferite all’acquisto ed alla costruzione di immobilizzazioni nella misura necessaria alle finalità del programma oggetto della richiesta di agevolazioni. In particolare, ci si riferisce a investimenti destinati all’acquisto di:

  • acquisto del suolo aziendale e sue sistemazioni entro il limite del 10% dell’investimento in attivi materiali;
  • opere murarie e assimilabili;
  • macchinari, impianti e attrezzature varie nuovi di fabbrica;
  • acquisto di brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate, nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività svolta nell’unità produttiva interessata dal programma, fino ad un importo massimo pari al 40% dell’investimento complessivo.

Sono inoltre ammissibili spese per la partecipazione a fiere e per l’acquisizione di servizi di consulenza per l’innovazione delle imprese e per migliorare il posizionamento competitivo dei sistemi produttivi locali che riguardino l’ambiente, la responsabilità ed etica, l’internazionalizzazione d’impresa e l’e-business.

Scadenze. Le domande devono essere inoltrate, a pena di esclusione, unicamente in via telematica attraverso la procedura on-line “PIA  Turismo” messa a disposizione all’indirizzo www.sistemapuglia.it e saranno esaminate a sportello fino ad esaurimento delle risorse disponibili.


 

 

Per maggiori dettagli richiedi una consulenza compilando il form i basso

[contact-form-7 404 "Non trovato"]