Bando COS-DESIGN-2015-3-06: l’Europa punta tutto sul design

design studiomaraglino

L’europa punta sul design. La Commissione Europea ha recentemente pubblicato il bando COS-DESIGN-2015-3-06: “Design-based consumer goods II”, nell’ambito del programma COSME, con l’obiettivo di  migliorare la competitività delle PME europee che producono beni/servizi di design sul mercato mondiale. Lo scopo è ridurre il time to market delle soluzioni innovative, rimuovere gli ostacoli ad una più ampia applicazione di soluzioni creative, creare o ampliare i mercati per i prodotti o servizi collegati.

Soggetti beneficiari.

Il proponente deve essere una PMI. Oltre alle PMI possono essere partner di una proposta progettuale enti dotati di personalità giuridica che appartengono alle categorie di università, istituzioni di educazione, organizzazione di ricerca e tecnologia, importanti servizi di supporto etc. Il proponente ed eventuali partner devono avere sede in uno dei Paesi ammissibili a COSME.

Tipologie di interventi ammissibili.

I settori di operatività del bando sono il  design e quello delle tecnologie/servizi innovativi che spesso non riescono a raggiungere il mercato a causa dei rischi connessi al portare la produzione su scala industriale. Gli incentivi mirano a implementare modelli di business innovativi, a promuovere la collaborazione intersettoriale e catalizzare nuove applicazioni affrontando le sfide sociali. Nel dettaglio, l’impresa che intende accedere al bando, lo fa per:

  • catalizzare nuove applicazioni di tecnologie all’avanguardia mescolate con soluzioni creative che rispondono alle nuove esigenze dei clienti;
  • promuovere la collaborazione intersettoriale, l’uso del design e di soluzioni creative, anche attraverso tecnologie digitali;
  • implementare modelli di business innovativi;
  • rispondere alle tendenze attuali e future del mercato (ad esempio, la domanda di prodotti e servizi personalizzati o su misura, aumentando l’interazione e il coinvolgimento dei consumatori, domanda di prodotti e processi, sostenibili ecc.),

in precisi settori di riferimento: tessile, abbigliamento, prodotti in pelle e pellicce, calzature, borse e accessori, articoli sportivi, giochi e giocattoli, prodotti di decorazione per interni di abitazioni (mobili, prodotti sanitari, pavimenti, rivestimenti per muri e finestre, tavoli e stoviglie, bicchieri), occhiali, orologi, gioielli, prodotti cosmetici e di bellezza, ecc…

Entità e forma dell’agevolazione. Il budget a disposizione è di euro 11.200.000. Il contributo dell’UE sarà compreso tra euro 800,.000 ed euro 1.000.000 a progetto. La sovvenzione copre il 50% delle spese ammissibili.

L’EASME finanzierà al massimo 12-14 progetti.

La scadenza è prevista per il 14 aprile 2016.

 

Per informazioni e richiedere una consulenza gratuita compila il form qui in basso

 

[contact-form-7 404 "Non trovato"]