VI PRESENTO IL 44° PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

Che Obama mi piaccia cosi tanto , è legato soprattuto al fatto che in quell’ uomo vedo nascere una speranza. Quell’ ” uomo nero” fortifica i miei ideali , mi rende orgoglioso nei confronti dell’ umanità , mi fa sentire uomo e soprattutto, la cosa più importante, mi fa sentrie in mezzo agli uomini . Se provo a guardare indietro nella storia ,mi rendo conto che ogni ICONA ha il suo tempo , o per meglio dire , il tempo crea delle icone , ma forse perchè siamo noi uomini che abbiamo bisogno di credere in qualcosa che deve assolutamente personificarsi . Meglio evitare discorsi filosofeggianti , che non ne sarei all’ altezza.

Obama , rappresenta per me, uno slogan,non so se mi capite , …. E’ come quando guardi un film d’ autore , e poi quando finisce ti viene da dire…….. Cavolo che filmaccio … ohi  ma il regista chi è ?Minchia ma la colonna del film è da paura !!! ecc..

In un momento così difficile per tutti ,dove pessimismo e paura sembrano essere diventati gli amici della buona notte , c è un uomo dall’ altra parte dell’ oceano grida all’ ottimismo , e non come faceva qualche anno fà  lo slogan pubblicitario italiano della Unieuro ” Gianni , l’ ottimismo è il profumo della vita” … a proposito , che fine ha fatto Gianni ?

Abbiamo dei doveri nei confronti di noi stessi, della nostra nazione e del mondo intero. Nulla ci definisce meglio come americani della nostra determinazione nell’affrontare i nostri compiti. Un giorno si dovrà dire di noi che quando siamo stati messi alla prova, ci siamo rifiutati di darci per vinti” Uno che parla cosi , è un attore , un “attore nella vita” , figuriamoci al fianco di AL Pacino , piuttosto che Spielberg . Ma Obama non è solo questo , i sogni fantastici non ci sono solo al cinema .

Cè una lezione , che mi ha colpito in maniera particolare , una lezione nei confronti dell’  istruzione , dell’ Università Italiana . Una lezione a  favore dei giovani , e  per chi come me sogna di costruirsi un futuro. Obama ,crede nei giovani , lo Stato ha creduto nei giovani con la Affermative Action , la norma che negli Stati Uniti riserva quote alle minoranze , dove uno studente immigrato Keniota è arrivato sino ad Harvard (un luogo dove, per chi non lo sapesse, studiare costa 60 mila dollari l’anno circa .

Da Noi , ancora oggi , centinaia di migliaia di giovani ( e famiglie incluse) , anche se lo volessero o avessero la capacità , non possono permettersi di studiare alla Bocconi . In Italia , le politiche di diritto allo studio , offrono borse di studio o agevolazioni scarse che spesso , troppo spesso , sono appannaggio di furbetti ed evasori totali o parziali .

Ciò che più mi fa riflettere è che , nel dibattitto politico italiano , siano non pochi a scagliarsi contro l’università di massa , quella sotto casa , contro furbetti , e baroncelli .Cosi funziona in un paese dove al centro del problema ci sono le Tv , dove si predilige la speranza , ma il futuro sembra essere per pochi .

Non è che per smuovere il tutto ,  ci servirebbe un Papa orientale ?

Voi come la pensate ?

Dicono di noi



Contattami

    Normativa GDPR* -

    Iscriviti alla nostra Newsletter.

    Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

      Normativa GDPR* -

        

      Privacy Preference Center