PRIMO FESTIVAL PUGLIESE SUI NUOVI TURISMI – DAL 30 SETTTEMBRE AL 3 OTTOBRE

Sbarca in Puglia, il primo “Festival dei nuovi Turismi”. Una vera e propria rassegna a tutto tondo sulle nuove forme di turismo, passando da quello percettivo e sensoriale a quello accessibile, enogastronomico, eco-frugalista, naturista, del gioco o gay friendly fino a  quello esoterico.  In questi giorni, ho avuto la possibilità di incontrare  Maurizio Claroni, project manager dell’evento, per la prima vetrina italiana delle forme alternative di accoglienza e ospitalità che si terrà al Nova Yardinia Resort & Spa di Castellaneta Marina  dal 30 settembre al 3 ottobre.

La manifestazione, che gode del patrocinio della regione Puglia, <<  è dedicata a quella tipologia di  turismi, ha commentato Claroni – che iniziano ad affacciarsi nel grande mercato e che si indirizzano alla ricerca personale di ognuno >>. Un ricco calendario di eventi, che vedrà la partecipazione di quaranta buyers internazionali, 50 espositori e l’allestimento di laboratori artigiani, dibattiti, degustazioni di prodotti locali, escursioni a Taranto e dintorni, in bicicletta o a piedi, condite da altrettante “novità”.  Una tra tutte,  i percorsi percettivi e sensoriali per gli ipovedenti.  << Si tratta di un itinerario di voci, suoni e di odori, all’interno della città vecchia di Taranto, appositamente pensato per gruppi di non vedenti. Un vero e proprio esperimento organizzato dall’associazione Lab Lib e dal Teatro Crest di Taranto che pensiamo di filmare perché poi possa diventare oggetto di discussione e di approfondimento >>. In programma anche “tour esoterici” alla scoperta del capoluogo jonico; percorsi archeologici, trekking nella Valle d’Itria, escursioni all’Oasi di Gravina Laterza, forum sul turismo, spettacoli teatrali e concerti. L’ultima parte della rassegna invece, sarà dedicata esclusivamente agli addetti ai lavori e permetterà nell’immediato, alla conta dei contratti, di valutare gli effettivi risultati economici.  << L’obiettivo -conclude Claroni- é comunque quello di sopravvivere a una prima edizione realizzata per dimostrare che c’é un movimento, una strada diversa da seguire anche nel turismo. Non escludiamo che alla fine sia stilata una griglia di punti da rivendicare agli enti locali o alle Regioni perché questi turismi si possano affermare >>. Insomma,  una nuova forma di turismo, sta per prendere piede nella provincia di Taranto e non solo.

Dicono di noi



Contattami

    Normativa GDPR* -

    Iscriviti alla nostra Newsletter.

    Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

      Normativa GDPR* -

        

      Privacy Preference Center