LA CRISI GRECA CONDIZIONA NEGATIVAMENTE L’APERTURA DELLE BORSE EUROPEE

La crisi economica che sta inginocchiando la Grecia, e che ha mobilitato l’intero comparto economico globale, compresi Asia e Americhe, inizia a condizionare in maniera negativa   l’apertura delle principali Borse europee. In particolare le borse  europee stanno  accusando  anche le perdite  dei mercati asiatici e i cali provenienti  da Wall Street. La Borsa Valori  Milano  registra  la  Ftse Mib in calo dello  0,95% e   gli All Share sotto lo  0,93 per cento. In ribasso anche Parigi (-0,45%), Francoforte (-0,30%) e Londra (-0,3%).  Chi si salva a  Piazza Affari  è Telecom (+0,68%),   fa male invece Benetton  con  -3%. L ‘apertura delle piazze europee  confermano la moneta dell’ euro  sotto pressione a vantaggio di valute meno rischiose come dollaro e yen, subito dopo il  declassamento del debito di Grecia (da BBB+ a BB+) e Portogallo (da A+ ad A-) da parte di Standard & Poor’s.Allo stato attuale, solo un miracolo potrà salvare la Grecia entro il 19 maggio, quando Atene dovrà rimborsare titoli di Stato per circa 9 miliardi di euro. Ecco perchè, i mercati finanziari questa volta  sono in totale  “ansia economica


Contattami

Normativa GDPR* -

Iscriviti alla nostra Newsletter.

Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

Normativa GDPR* -

  

Privacy Preference Center