NICHI VENDOLA VINCE LE PRIMARIE IN PUGLIA E SVUOTA IL PD

Nichi Vendola, è il vincitore morale. Qualsiasi possano essere i risultati alle regionali. La scossa di Vendola ha lasciato tutti un pò sbigottitti, tra un bicchiere di vino ed un pacco di taralli. Il governatore uscente  di Puglia della sinistra estrema, che ha colpito a segno nei cuori dei giovani pugliesi fuori dalle mura della Terronia, sembra aver avuto un onda d’urto talmente forte che i baffi di D’alema si sono rizzati.

Il risultato delle primarie del Partito Democratico che si sono svolte ieri in Puglia per la scelta del candidato governatore della sinistra è  stato fin troppo chiaro. Vince  Nichi Vendola, comunista, presidente uscente e non voluto dai vertici del Pd.

Ha perso Francesco Boccia, riformista, cavallo sul quale puntava la segreteria.

Ha perso pure Casini che con Boccia si sarebbe volentieri alleato per tentare di battere alle elezioni il centrodestra.

Al di là degli effetti locali, le primarie pugliesi dimostrano che  il Pd non è ancora un partito e probabilmente non lo sarà mai. Non è guidato dai vertici ma, di volta in volta, è in mano agli umori della base.  Un PD    instabile e inaffidabile per qualsiasi accordo. Questo perché non è nato su un progetto politico chiaro e univoco ma su una necessità elettorale di tenere assieme più gente possibile per tentare di contrastare  ” BERLUSCONI”. La sua componente radicale (comunisti, verdi e movimentisti di vario genere) è ancora forte e in grado di condizionare una segreteria che a parole si sforza di essere moderata e riformista ma che in realtà è ostaggio della minoranza interna e dell IDV di  Di Pietro.

Se le primarie le avesse vinte il moderato Boccia, Casini si sarebbe presentato alle regionali pugliesi alleato della sinistra. Casini e D’Alema avevano definito questo accordo un «laboratorio politico» da ripetere poi in tutta Italia. Entrambi se ne tornano a casa sconfitti.  Bersani adesso ci spiegherà che il suo partito ha dato una grande prova di democrazia.

E come  tutta  Stampa di oggi ha definito la vittoria di Vendola, uno   “sgarro” a D’alema proprio a casa sua, da parte dell’governatore uscente della Puglia,  si insinua già che  “Vendola è un morto che cammina”,  ( politicamente parlando)….. eppure …. lo davano per “morto politico” ancor prima delle primarie…..

Dicono di noi



Contattami

    Normativa GDPR* -

    Iscriviti alla nostra Newsletter.

    Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

      Normativa GDPR* -

        

      Privacy Preference Center