IL MERIDIONE NON E’ SOLO UNO STATO MENTALE

Essere meridionali non è facile. Nascere nel sud, ha sempre destato un certo effetto. E come 60 anni fà, anche oggi si continua a vivere le stesse sensazioni e i  comuni pregiudizi, (come ogni giorno sono costretti i giovani che hanno avuto la sfortuna di vivere o semplicemente di essere nati a CASAL DI PRINCIPE, piuttosto che a CORLEONE). Come se tutti i giovani di quelle parti fossero mafiosi  o appartenenti al clan dei Casalesi.

Di sicuro vivere nel meridione è già di per se una provocazione. Non voglio giustificare il mio essere e la scelta di essere ritornato nella mia terronia… l’ unico problema grosso del  meridione è quello di essere il meridione. Una cosa da non da poco certo… ma di sicuro non così tragica tale da esorcizzare il meridionale come una razza. Su un quotidiano nazionale, l’altro giorno leggevo che il sud Italia è stato attualmente paragonato al terzo mondo africano. Niente di male ci mancherebbe, se non fosse che il paragone è stato usato in maniera dispreggiativa. Perchè il meridione oggi è sinonimo di “monnezza”. Un lussureggiante doppio senso con sottilissimo sarcasmo, visto che la monnezza sporca le strade, ma riempie i portafogli della malavita….

Eppure qui nel meridione, c’è ne di ricchezza, c’è ne di cultura, c’è ne di istruzione…. anche se ultimamente il 25% dei giovani che si iscrivono all’università sceglie un ateneo fuori del Mezzogiorno.

Il 41,5% lavora in una regione del Centro Nord.

Il 30%  non lavora.

Il 5% lavora su affari illegali.

Il 27% non paga le tasse.

ETC..ETC..ETC..

Percentuali che la  dicono lunga sulla vivibilità del meridione.

Un MERIDIONE che non comunica con resto della penisola. Manco ci fosse da noi l’embargo. Mezzi di comunicazione e trasporto nulli….Si perchè i  treni del Sud sono quelli che sono, le autostrade sono gratuite e piene di cantieri ventennali…. aereoporti che collegano il meridione all’Albania e se va bene con qualche volo charter per il nord della Germania…

Magari Vasco Rossi lo crediamo… lui non ha mai detto che il meridione è “un cesso”, magari aveva ragione Ferrara quando diceva che “noi del meridione dobbiamo vergognarci”…. magari è pure vero chi insinua che nel mezzogiorno erano più sereni quando tutti erano ignoranti….

E’ vero.. si viveva meglio..

E cosa dovremmo fare allora… invilupparci ?

Per fortuna abbiamo una classe dirigente che ci rappresenta…

…Ma andate a cxxx….   TERRONI !!!!!!!!!

E’ molto più bravo CHECCO ZALONE a rappresentarci in un film , che i politci a screditarci…. nella burocrazia penisolina..

Dicono di noi



Contattami

    Normativa GDPR* -

    Iscriviti alla nostra Newsletter.

    Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

      Normativa GDPR* -

        

      Privacy Preference Center