TUTTE LE MODIFICHE DEL DECRETO SALVA-ITALIA

Iniziano finalmente ad essere più chiare le modifche apportate dalla manovra “salva-Italia”, dopo gli ultimi incontri avuti  nelle commissioni Bilancio e Finanze alla Camera.Le imminenti novità rientrerebbero sugli emendamenti riguard gli stipendi dei parlamentari e il tema delle pensioni.

Su quest’ultimo in particolare ci sono state non poche polemiche dopo le ultime dichiarazioni rese dal Governo Tecnico incaricato.

Ecco in breve le modifiche sul tema PENSIONI :

Aumentata la soglia  per le indicizzazioni degli assegni pensionistici e attenuazione dell’impatto della riforma previdenziale sui cosiddetti “lavoratori del ’52”.   Due le opzioni alternative previste sugli adeguamenti :

  • estensione solo in modo parziale (50% oppure 70%) delle indicizzazioni per le pensioni tra 936 euro e 1.400 euro;
  •  garanzia della piena perequazione soltanto fino al tetto di 2,5 volte il “minimo”, ovvero a 1.170 euro.
  •  riduzione della penalizzazione del 2% per chi va prima dei 62 anni di età in pensione anticipata con il solo canale contributivo (42 anni e un mese per gli uomini, 41 anni e 1 mese per le donne).

Modifiche ICI /IMU:

  • attenuazione della tassazione sulla prima casa  legata al nucleo familiare
  •  inserimento delle modifiche dentro i correttivi del decreto legislativo del federalismo fiscale (approvato dall’ultimo consiglio del precedente governo, e ora all’esame della Conferenza Stato-Città) o  del decreto Milleproroghe di fine anno.

Modifiche del FISCO

  • Defiscalizzazione Irap del 10% sugli interessi passivi,
  •  bonus del 36% anche per le calamità naturali del 2011,
  •  pacchetto riscossione e ritocchi alla tracciabilità dei pagamenti. 

Queste sono solamente alcune delle principali modifiche al decreto legge “salva-Italia”  presentate alle commissioni Bilancio e Finanze della Camera.

Modifiche all’IRAP

  •  Deducibilità integrale dalle imposte dirette (Ires e Irpef) dell’Irap pagata sul costo del lavoro non cancella del tutto la deduzione forfettaria del 10% attualmente in vigore.

 L’emendamento prevede la cancellazione della sola parte della deduzione sul costo del personale dipendente in modo che he dal prossimo 1° gennaio 2012, le imprese possano portare in deduzione dall’Ires e dall’Irpef il 10% dell’Irap versata sugli interessi passivi e oneri assimilati al netto degli interessi attivi e proventi assimilati.

Modifiche alla TRACCIABILITA’

  • Riduzione a 1.000 euro del limite all’utilizzo del contante  (data di entrata in vigore del decreto  31 gennaio 2012).
  •  Slitta a fine marzo il termine per al validità dei libretti al portatore intaccati dalla riduzione del limite alla tracciabilità sceso con il Dl salva-Italia da 2.500 a 1.000 euro.
  • Potrebbero arrivare anche prima della fine di marzo 2012 (tre mesi dall’entarta in vigore della legge di conversione del decreto salva-Italia) le regole generali per assicurare una riduzione delle commissioni interbancarie a carico degli esercenti in relazione alle transazioni effettuate mediante carte di pagamento. A scriverle dovranno essere definite non più soltanto dall’Abi e dalle associazioni di categoria, ma come prevede l’emendamento 2.39 dei relatori anche da Poste italiane SpA, il Consorzio Bancomat, le imprese che gestiscono circuiti di pagamento e le associazioni delle imprese rappresentative a livello nazionale. (Fonte SOLE24ORE)

Modifiche sull’ICE :

 Torna infatti la cabina di regia imprese-banche che dovrà decidere le linee guida che saranno messe in campo della nuova Ice. La cabina di regia, già prevista nella versione della misura preparata dal precedente governo ma poi uscita dalla manovra approvata dal governo Monti il 4 dicembre scorso, sarà costituita dal presidente della Conferenza delle regioni e dai presidenti, rispettivamente, di Confindustria, Unioncamere, Rete Imprese Italia e Abi. Le indicazioni della cabina di regia dovranno essere seguite per adottare la riorganizzare gli uffici, rideterminare le modalità di svolgimento delle attività di promozione fieristica, concentrare le attività di promozione su settori considerati strategici.

Dicono di noi



Contattami

    Normativa GDPR* -

    Iscriviti alla nostra Newsletter.

    Riceverai curiosità e aggiornamenti dal mondo della finanza.

      Normativa GDPR* -

        

      Privacy Preference Center