Come intercettare contributi europei per installare wifi nei comuni

Pronto al via il bando Wifi4Eu per per installare reti senza fili gratuite e pubbliche

A partire dalla ore 13.00 del 7 novembre 2018 la Commissione europea pubblicherà il bando Wifi4Eu, destinato a singoli comuni o gruppi di comuni dell’Europa per installare reti wifi pubbliche e gratuite. Il bando resterà aperto fino alle ore 17 del 9 novembre ed ha una dotazione di 120 milioni di euro  per un massimo di ottomila comuni di tutto il vecchio Continente.

 

CHI SONO I BENEFICIARI 

L’iniziativa WiFi4EU sarà realizzata in modo equilibrato dal punto di vista geografico, in modo che sia i residenti che i visitatori di migliaia di comunità locali in tutta l’UE possano beneficiare di connessioni ad alta velocità, e questo in un numero di comunità locali compreso fra 6000 e 8000 entro il 2020.

Organismi pubblici locali
L’iniziativa WiFi4EU sarà aperta agli organismi del settore pubblico, come ad es. municipi, biblioteche e centri sanitari. Finanzierà l’attrezzatura e i costi di installazione (punti di accesso a Internet), mentre l’organismo beneficiario pagherà per la connettività (abbonamento a Internet) e la manutenzione delle attrezzature per almeno 3 anni. Le autorità locali saranno incoraggiate a sviluppare e promuovere i propri servizi digitali in settori quali l’amministrazione online, la telemedicina e il turismo elettronico con un’apposita app.

COME ACCEDERE AL BANDO 

La procedura del bando è telematica ed è interamente online. Con un clic, i comuni registrati sul  portale Wifi4Eu dedicato potranno richiedere online un voucher, del valore di 15mila euro. Attraverso questo voucher sarà possibile finanziare costi di attrezzatura e installazione, mentre i sindaci pagheranno abbonamento a internet e manutenzione per almeno tre anni. I comuni che intendono richiedere un buono, ma non si sono registrati, possono farlo fino alla pubblicazione del bando il 7 novembre accedendo al portale. Con il buono, i comuni potranno installare un hotspot wifi nei luoghi pubblici, compresi municipi, biblioteche, musei, parchi e piazze. La Commissione selezionerà i progetti in base all’ordine di ricevimento delle richieste. I primi 2.800 comuni che parteciperanno al bando riceveranno un buono Wifi4Eu e a ogni Stato membro saranno garantiti almeno 15 buoni.

 

Qui è possibile scaricare il Regolamento Ue del 25 ottobre 2017 che modifica i regolamenti (UE) 1316/2013 e (UE) n. 283/2014 per quanto riguarda la promozione della connettività internet nelle comunità locali

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.